annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 

Cerca soluzioni, condividi esperienze, chiedi un consiglio alla Community TIM

×

Leggere e pagare la fattura della linea fissa TIM

Community crew

TIM ha scelto per la fattura della linea fissa o bolletta un modello di comunicazione semplice, chiaro e colorato che faciliti la comprensione dei contenuti.

 

A partire dal 1° aprile 2018 le fatture sono emesse ogni mese e non più ogni 8 settimane e gli abbonamenti delle offerte ed i servizi valorizzati su base mensile e non più ogni 4 settimane.
Questa novità sarà presente nella fattura di maggio i cui addebiti saranno riferiti al periodo 1-30 aprile.

 

Nella prima pagina si trovano:

 

  • i dati principali dell’intestatario della linea di casa e della fattura
  • il riepilogo degli abbonamenti attivi 
  • il mese di emissione ed il periodo a cui si riferiscono gli importi in fattura
  • un box informativo con le proposte commerciali personalizzate relative a offerte, prodotti, servizi 
  • l’informazione sulla forma di pagamento prescelta
  • lo stato dei pagamenti
  • una guida veloce che riporta, attraverso semplici icone, i riferimenti per entrare in contatto con TIM.

 

Nella pagina del “Dettaglio dei costi” sono presenti tutte le voci e importi corrispondenti che determinano il totale da pagare:  

 

  • prima si trovano gli eventuali “Importi Una Tantum”, cioè quelli non ricorrenti e fatturati una sola volta 
  • poi gli “Abbonamenti” (canoni delle offerte/noleggio prodotti/servizi) 
  • segue il box “Telefonate e contenuti” (consumi di traffico, sms, contenuti digitali, ecc) 
  • ed infine la voce “Altri importi” (rate dei prodotti, spese di produzione e spedizione fatture, indennità di ritardato pagamento, interessi legali e moratori, addebito annuale consegna elenchi telefonici).

 

Come pagare la fattura della linea fissa

La bolletta può essere saldata attraverso diverse modalità di pagamento:

 

  • Domiciliazione bancaria. È il modo più rapido e più economico che garantisce la certezza dei pagamenti che saranno effettuati automaticamente il giorno della scadenza della fattura. La domiciliazione bancaria può essere richiesta online nella sezione MyTIM Fisso o tramite app, direttamente presso il proprio istituto bancario/ufficio postale oppure contattando il 187.

 

  • P@gonline. E’ possibile saldare la propria bolletta in qualsiasi momento e senza costi aggiuntivi tramite una carta di credito (American Express, Diners, Visa, Mastercard emesse in Italia) o Pay Pall direttamente sul proprio MyTIM Fisso.

 

  • Bollettino postale presso Ufficio Postale, Sportello Bancario o supermercati Coop, ricevitorie SISAL o LIS PAGA di Lottomatica abilitati, utilizzando l’apposito codice a barre.

 

  • Sportello Bancomat selezionando dal menu la funzione "pagamento utenze Telecom" e digitando il codice segreto (pin), il numero del telefono e l'importo da pagare.

 

  • Servizio Cbill collegandosi al sito Web delle banche convenzionate al consorzio CBI, con la semplice indicazione della linea telefonica e importo.

 

Fattura online

Nel sito WEB sono disponibili online tutte le fatture, consultabili solo dai clienti registrati a MyTIM Fisso. Con la registrazione al sito è possibile:

 

  • visualizzare il dettaglio di tutte le telefonate
  • consultare le tue fatture precedenti
  • inviare segnalazioni al Servizio Clienti linea fissa 187
  • controllare lo stato delle tue richieste e la documentazione inviata e ricevuta a/da TIM

 

Inoltrese si è domiciliati e registrati al sito è possibile ricevere via email la propria fattura in formato pdf richiedendo l’attivazione del servizio su MYTIM Fisso.

Il pagamento della bolletta con domiciliazione bancaria e la contestuale rinuncia alla fattura cartacea può consentire un risparmio fino a 2€ sulle spese di spedizione.

 

Per tutte le altre informazioni sulla lettura della fattura o sulle modalità di pagamento basta visitare il sito tim.it