annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 

Cerca soluzioni, condividi esperienze, chiedi un consiglio alla Community TIM

×

Sicurezza TIM HUB - rete violata

Highlighted
Astronauta I livello

Sicurezza TIM HUB - rete violata

Ciao, volevo sapere come posso mettere in sicurezza un modem TIM HUB AGTHP 2.1.0

 

Ho letto che in qualche modo è possibile inserire una VPN direttamente sul modem, però non in questo,

così mi chiedevo se posso sostituire la tim hub con un altro specifico modem oppure metterne uno in cascata e se si, come.

Volevo chiedere anche se settando sul TIM HUB i firewall su "alti" e togliendo tutte le condivisioni, è possibile comunque essere hackerati dall'esterno (premettendo che i device sono nuovi dunque non infetti)

 

Grazie a chi mi risponderà..

11 RISPOSTE 11
Pilota dello Shuttle II livello

Rif.: Sicurezza TIM HUB - rete violata

ciao @Utentetim124 il tim hub se non hai giocato troppo con i parametri di suo è sicuro.

Il firewall blocca già tutto il traffico in ingresso, quindi non dovresti avere problemi.

 

La VPN è un discorso a parte ti serve solo per collegare fra loro due device (o due reti) con una rete virtuale criptata.

Però ripeto devi avere i due punti... inizio e fine... non puoi fare una vpn dal tuo router "a internet" deve essere configurata per andare da qualche parte ben specifica.

 

--- da qui in poi non ti offendere---- è solo che da come hai posto la domanda temo tu non abbia grandi conoscenze di networking, ma magari mi sbaglio e mi scuso.

 

Il tim HUB non mi sembra supporti nativamente la VPN... mettere un altro router in cascata è possibile, ma non semplice, ma ripeto, se la vedi come una protezione "generica" non serve a nulla, perchè proprio non funziona. Se invece ti vuoi collegare che ne so, alla tua rete dell'ufficio tramite vpn è un'altra cosa, ma il mio consiglio è di farti supportare da un tecnico, non è difficile ma nemmeno banale, rischieresti nel migliore dei casi di fare una cosa che non funziona, nel peggiore di creare dei "buchi di sicurezza" molto seri.

 

Qualsiasi cosa tu faccia comunque il rischio di essere hackerati dall'esterno esiste sempre... sono state hackerate la NASA, i siti che gestiscono i giochi on line (playstation e mi sembra anche xbox), siti delle compagnie aeree e catene alberghiere, banche etc... non credo che tu (e nessun altro in questo forum) sia in grado di prevenire al 100% il problema.

Considera comunque che se sei un privato in generale agli hacker interessi poco, tieni le device pulite da virus e vivi tranquillo... in tutti gli altri casi, gira il problema al tuo tecnico informatico di riferimento, non potrà mai garantirti il 100% di sicurezza ma sicuramente la gestirà meglio.

 

La spiegazione di come implementare il tutto purtroppo è abbastanza tecnica ... quindi meglio in caso se è il tuo tecnico a richiederla qui nel forum, almeno ci si capisce meglio, anche se, nel caso debba chiedere qui come si fa, forse è meglio se lo cambi Smiley_contento

?
Highlighted
Comandante spaziale III livello

Rif.: Sicurezza TIM HUB - rete violata


@Utentetim124  ha scritto:

Ciao, volevo sapere come posso mettere in sicurezza un modem TIM HUB AGTHP 2.1.0

 

Ho letto che in qualche modo è possibile inserire una VPN direttamente sul modem, però non in questo,

così mi chiedevo se posso sostituire la tim hub con un altro specifico modem oppure metterne uno in cascata e se si, come.

Volevo chiedere anche se settando sul TIM HUB i firewall su "alti" e togliendo tutte le condivisioni, è possibile comunque essere hackerati dall'esterno (premettendo che i device sono nuovi dunque non infetti)

 

Grazie a chi mi risponderà..


ciao @Utentetim124 se smanetti vedi questo sito:

https://www.aranzulla.it/come-creare-una-vpn-1047463.html-ciao auguri

Highlighted
Astronauta I livello

Rif.: Sicurezza TIM HUB - rete violata

Grazie molto per aver risposto. @mfor73 non me ne intendo per niente di networking, mi sono solo fatto un'idea generica basilare minima. Però mi è chiaro che lasciando i firewall su "medio" la connessione è hackerabile, forse meno con "alto" ma non so se del tutto, per questo chiedevo.. ma lasciando su alto moltissime cose non si possono utilizzare, anche il semplice Netflix ad esempio..

 

Tempo fa usavo Shellfire Box VPN, una specie di affarino che si attacca al modem ed emette un'altra rete wifi con il traffico criptabile, il problema però è la lentezza estrema e il segnale stretto..

Non so qual è la funzione esatta della VPN, io intendo ignorantemente il fatto di "mascherare", in modo tale che se un hacker risale al tuo IP non può hackerare..

 

La guida che ha linkato @santa48 riguarda la VPN sul computer o telefono (grazie per l'aiuto, leggerò attentamente), io invece volevo sapere se si può mettere proprio sul modem, in modo che non bisogna configurarla in tutti gli apparecchi e semmai c'è un crash o qualsiasi eventualità non si scopra.. 

 

Quindi mi chiedo con quale modem (che consenta di "mascherare"/proteggere la connessione, detto in modo ignorante) può essere sostituito TIM HUB?

 

Scusa se mi sono espresso male @mfor73, spero tu abbia capito che intendo dire.. 

 

 

Highlighted
Pilota dello Shuttle II livello

Rif.: Sicurezza TIM HUB - rete violata

Ciao @Utentetim124  non conosco nel dettaglio il Shellfire Box VPN ma da quello che ho capito, secondo me, serve solo per fare una VPN, quindi una rete criptata fra il tuo pc e il box stesso, in modo che il wifi non sia intercettabile da qualcuno che è nelle vicinanze.

 

Ma credo comunque criptasse solo la comunicazione fra i due... dal box verso internet poi va sempre e comunque "in chiaro", a meno che non si appoggiasse ad un qualche server esterno.

 

In ogni caso, la VPN o qualsiasi altro sistema di criptazione come ti ho detto è punto-punto.... dal tuo pc (o router) al punto y.

Devi poter configurare entrambi i punti ed entrambi devono supportare quel determinato tipo di VPN... per un uso "generale" verso internet NON funziona.

Ci sono alcuni servizi su internet che, di solito a pagamento, ti permettono di fare una VPN dal tuo pc (o router) verso di loro..... e da li accedere ad internet comunque in chiaro.... ma di solito sono usati per due cose:

- mascherare il proprio IP, o meglio farlo apparire diverso, in stati differenti o altro. Una volta ad esempio si usava per "fingere" di essere in USA e quindi usare Netflix.... tu collegavi il tuo pc, tramite VPN ad un server americano (che ti dava il servizio vpn) e da li accedevi a Netflix... per Netflix l'accesso avveniva da un server americano quindi ti lasciava vedere i contenuti (parlo di molti anni fa quando netflix non c'era in Italia)

- accedere a siti non permessi... ma si tratta di un uso in alcuni stati un pò troppo "controllori"... che bloccano l'accesso a determinate risorse... tu ti colleghi al server VPN (fuori da questi stati) e da li riesci a navigare senza blocchi.

- ci sono poi altri usi, ma non sono proprio legali quindi lasciamo perdere Smiley_contento

 

Ripeto sono sistemi particolari.

 

In ogni caso, facendo un discorso un pò generale.

Il tuo router, quando si collega ad internet (quando lo accendi) riceve dal tuo provider (TIM) un indirizzo IP pubblico... serve per poter accedere ad internet..... poniamo 1.2.3.4

Se tu dal tuo pc collegato al router vai sui siti che ti dicono qual'è il tuo ip risulterà quello del router 1.2.3.4 ... quindi se poniamo ti colleghi a questo sito della community gli amministratori potranno vedere che c'è stato un accesso dall'indirizzo 1.2.3.4

 

Se fai una VPN verso un server "pubblico" che ti offre il servizio di VPN o verso qualche altro server (poniamo quello del tuo ufficio configurato per permetterti l'accesso in VPN) quel server al quale ti colleghi avrà un suo IP pubblico... diciamo 5.6.7.8  a quel punto navigando con la VPN, tutto il tuo traffico passa da quel server (e viene rallentato... perchè ne passa molto e perchè spesso sono server distanti) se vai sui siti che ti dicono qual'è il tuo IP risulterà che è 5.6.7.8  stessa cosa vedranno gli amministratori di questa community..se ti colleghi qui per leggere la risposta, vedranno un accesso da 5.6.7.8

 

In ogni caso il tuo router avrà sempre (finche non viene cambiato dal tuo gestore, di solito al riavvio del modem) e comunque l'indirizzo 1.2.3.4 e su quello risponderà sempre....

Morale se un hacker vuole potrà sempre tentare di entrare sul tuo ip... il router deve avere un IP Pubblico, altrimenti non si collega ad internet... e gli hacker non è che provino ad entrare sul tuo perchè vogliono entrare sul tuo (a meno che tu non sia una ditta molto speciale) loro provano casualmente ad entrare su tutti gli IP, sono numeri progressivi, quindi fanno "una scansione a tappeto".

 

Quindi ripeto la VPN non serve per proteggere la tua rete, serve solo per criptare la connessione fra due punti precisi.

Un pò come quando ti colleghi ad un sito web il cui indirizzo inizia con https (s finale) è un sito sicuro, perchè il server web che ti risponde ti da un sistema per criptare la comunicazione fra te e lui, in quel momento....

 

Per quanto riguarda il tim hub, non ho mai provato ad impostare il firewall su alto... probabilmente blocca anche alcune porte in uscita e quindi ti crea problemi.

 

Un alternativa, se sul tim hub puoi disabilitare completamente il firewall è acquistare un firewall dedicato, ce ne sono di vari tipi/costi zyxel fa buoni prodotti, con varie funzionalità, dal wifi alla possibilità di configurare una vpn etc alla possibilità di gestire porta per porta quello che ti serve e sono molto usati in ambiete business (medio/piccolo)..... 

Cisco fa ottimi prodotti... se sei disposto a spendere tanto e a pagare un tecnico cisco per la configurazione (sono strumenti enterprise)

 

Credo che anche i fritzbox permettano di fare un pò tutto e siano più configurabili del tim hub.... però rimane in ogni caso il problema che se non sai cosa fai rischi di fare più danni che altro, nel senso che rischi di crederti sicuro ma lasciando invece dei buchi enormi....

 

Il mio consiglio sinceramente è di tenerti per ora il tim hub, impostato su medio, tenere i pc puliti da virus (sono la fonte principale di problemi)

Studiarti poi, se vuoi un pò di networking... se non sai nulla, ho trovato questa guida un pò generica che ho già consigliato ad altri amici.... è solo introduttiva e poco tecnica per quanto possibile (è su un sito di viaggi)

https://www.frequentflyeritalia.com/introduzione-al-networking/

ma credo possa darti i concetti base....

poi approfondisci la parte che ti interessa, sicurezza in particolare e una volta che hai capito esattamente cosa vuoi/puoi fare cerca lo strumento che più ti possa aiutare o chiedi pure consiglio, ma mirato alle esigenze specifiche.... 

 

Di lavoro faccio il consulente informatico e ti garantisco, il 99% dei problemi di sicurezza nascono lato pc... antivirus non aggiornato o altro... l'utente medio (anche aziendale) se lascia un qualsiasi firewall che blocchi i tentativi di accesso dall'esterno è più che protetto..... poi comunque gli attacchi ci possono sempre essere e in ogni caso, non è che se ti comperi un firewall cisco da migliai di euro sei sicuro al 100%.... magari perchè c'è un bug nel sistema, magari perchè lo hai configurato male... magari per mille altri motivi... come ti ho già detto hanno violato grandi multinazionali che investono milioni sulla sicurezza.. la sicurezza al 100% in informatica non esiste.

 

Tornando alla tua domanda specifica, mi spieghi cosa intendi con la frase " mi è chiaro che lasciando i firewall su "medio" la connessione è hackerabile" ? Cosa te lo fa pensare?

 

 

?
Highlighted
Astronauta I livello

Rif.: Sicurezza TIM HUB - rete violata

Grazie @mfor73 sei stato molto chiaro. Lasciando i firewall su medio è sicuro che la rete sia "leggibile" dall'esterno, e nel peggiore dei casi anche infettati i device (non so esattamente che tecnica usano gli hacker, credo si chiami exploit).

 

Nel dilemma su come configurare il device per non renderlo vulnerabile a quel tipo di attacco, ho preferito optare per fare in modo che sia proprio la rete ad essere sicura, in modo che nemmeno il traffico sia leggibile da un qualsiasi attacco. Va bene che non si avrà mai un 100%, ma almeno un 95% di sicurezza deve esserci, o più, se vogliamo calcolare quel 5% (o meno) come ""Stato"" o "hacker di primo livello"", e lasciando i firewall su medio è moolto inferiore a quel "95%", ed alla portata di un qualsiasi hacker che sa risalire all'indirizzo IP pubblico tramite alcuni strumenti.. ignorantemente parlando..

 

Ho fatto alcune prove, ho notato che se si mettono su "alti" i firewall, la rete Ospiti rimane comunque con i firewall normali, dunque mi chiedevo come funziona esattamente il wifi Ospiti?

 

La Shellfire Box in quel caso aveva anche l'opzione per connettersi a un server loro, sì, però appunto rallentava molto il traffico.

Però so di alcune altre VPN abbastanza veloci, quindi semmai l'unica soluzione per l'utente medio come me è quella, a meno che non esistono semplici ripetitori wifi che fungono da VPN.

 

Highlighted
Pilota dello Shuttle II livello

Rif.: Sicurezza TIM HUB - rete violata

ciao @Utentetim124  allora la rete wifi ospiti è una rete completamente separata dalla tua, pensata apposta per essere isolata, quindi se non ci colleghi device, o comunque la usi solo per quello che è pensata, quindi per dare la password a qualche ospite quando è a casa tua... direi che la puoi ignorare, almeno per quanto riguarda la sicurezza.

 

Per quanto riguarda i servizi di VPN... probabilmente si qualcuno "veloce" c'è ma sicuramente è a pagamento e se è veloce temo anche molto caro. Il perchè è semplice.

 

Come ti ho detto se tu ti colleghi in VPN a qualcuno (server che ti offre il servizio) tutto il tuo traffico poi passa da li... considerando che non sei il solo ad usare il servizio, per avere una velocità decente per ogni utente devono avere una rete molto ma molto veloce.... e quella qualcuno la deve pagare.

 

Poi naturalmente dipende anche da dove sono i server vpn a cui ti colleghi, più sono distanti e più ci sono problemi di latenza, perchè per veloce che sia la rete, un conto è "rimanere in Italia", un conto ad esempio è dover passare dagli USA.

 

Tieni comunque presente che, come ti ho detto, poi "uscirai" con l'IP del server VPN... se non è in Italia potresti avere problemi con determinati servizi che verificano la localizzazione.

Per capirci, se usi un server in Germania, esci con un IP tedesco, al 99% netflix ti fa vedere quello che c'è sui server tedeschi non puoi passare a quelli italiani, può essere un bene o un male.... dipende dal singolo servizio.

 

Problemi analoghi/peggiori potresti averli se pensi di usare sky o altro, non so se all'estero funzionano, di solito per problemi di diritti televisivi e se usi la vpn (dalla Germania nell'esempio) per loro tu a tutti gli effetti sei un utente tedesco.

 

Ti rimane comunque un problema di fondo che forse non sono riuscito a farti capire bene, relativo alla VPN... il tuo router è sempre e comunque accessibile, quindi a livello di rischio hacker NON cambia nulla... l'ip pubblico il tuo router lo ha sempre e comunque e se qualcuno accede al router, può accedere anche al pc o alle altre device.... perchè queste sono comunque accessibili anche sulla rete non VPN... a meno di non bloccare poi sui singoli pc tutto ciò che non passa su VPN, ma diventa una tragedia da gestire e non so se su tutte le device è possibile visto che dovrebbero avere "a bordo" un firewall.

 

Il "problema" di fondo è che la VPN crea una rete virtuale protetta.... ma lo fa su internet/rete normale, quindi una qualsiasi device trasmette dati "protetti" sulla VPN ma rimane sempre e comunque attaccabile sulla rete "normale".

 

Per capirci meglio ti faccio un esempio "stupido"... se tu devi spedire un pacco da casa tua al tuo ufficio lo puoi fare (pagando) con una scorta armata in un furgone blindato (VPN).... il pacco sarà più sicuro che se viaggia con un corriere (internet).... ma casa tua e il tuo ufficio rimangono comunque accessibili ai ladri (hacker) nello stesso identico modo, sia che tu usi un corriere, sia che usi un furgone blindato per spostare il pacco..... se vuoi che non ti entrino in casa/ufficio devi mettere un qualcuno che controlli la porta (firewall) dei due locali... 

 

L'unica cosa che veramente ti può bloccare è un firewall, configurato per far passare il minimo indispensabile, soprattutto in ingresso.... diciamo che la configurazione più "semplice" e cmq sicura è "blocco tutto il traffico in ingresso", tanto dall'esterno per un uso casalingo non deve entrare nulla.

Tieni presente che "bloccare tutto ciò che è in ingresso" significa in realtà bloccare tentativi di accesso autonomi dall'esterno, quindi qualcuno che appunto tenta di entrare... se tu dall'interno richiedi dei dati all'esterno poi i dati in risposta entrano cmq.

 

Che poi anche i firewall siano soggetti a rischi è vero, in fondo c'è un software di base che fa tutto il lavoro, quindi può avere degli errori/buchi di sicurezza che gli hacker possono usare. Quelli più cari forse sono più sicuri, di solito chi è specializzato in sicurezza (ad esempio cisco) investe di più (tanto si fa pagare di più) e quindi probabilmente ha meno "errori" o comunque li risolve prima.

E' anche vero che probabilmente gli apparati costosi proteggono cose importanti quindi probabilmente le loro vulnerabilità sono più ricercate/studiate dagli hacker...

?
Highlighted
Astronauta I livello

Rif.: Sicurezza TIM HUB - rete violata

Ti ringrazio per la pazienza e la chiarezza, mi è più chiaro come funziona.

Allora la soluzione potrebbe essere attaccare un router alla Tim HUB, configurare la VPN dal router e connettersi al router, giusto? 

Highlighted
Pilota dello Shuttle II livello

Rif.: Sicurezza TIM HUB - rete violata

scusa non ho capito qual'è la tua idea.

O meglio ho capito l'idea di attaccare in cascata un secondo router al tim hub e su questo secondo router, se la supporta, configurare una VPN

Ma rimane il dubbio... vpn verso dove? 

- interna fra le tue device e il router

- "interna" fra i due router?

- esterna dal router a ....?

 

Nel primo caso, se riesci  a crearla ti proteggi la trasmissione interna dei dati.... non credo tu però abbia problemi sulla rete interna

 

Fra i due router... a parte riuscire a farla sul tim hub che non mi sembra sia possibile... proteggi solo la trasmissione fra i due router, sono comunque interni (diciamo in lan) anche li spero ti possa fidare di chi è collegato sulla tua rete interna

 

Fra il router e l'esterno... ti rimane sempre un punto esterno al quale collegarti.

 

Cmq per quanti dispositivi tu metta in mezzo con una VPN il ragionamento di fondo rimane.

 

Il tim hub, anche se tu esci con una VPN avrà sempre un IP pubblico attaccabile. Una volta arrivati a quello, se un hacker ci riesce "vedrà" la tua rete interna.

Se sulla lan hai i pc potrà "attaccare" direttamente quelli (al limite cercando di saltare il firewall se sul pc è installato/attivo il programma)

Se sulla lan hai il secondo router vedrà solo quello e dovrà "bucare" quello prima di vedere i pc.

Ok, ha un passaggio in più da fare, ma questo a prescindere dalla VPN, 2 apparecchi da "bucare" sono più sicuri di uno, però.... a te complica molto le cose... ma proprio tanto.

 

In ogni caso, per quanti apparati tu metta "in cascata" ... sì, complichi la vita agli hacker, ma considera che al 99% la complichi molto più a te stesso che a loro, perchè hanno più apparati da dover passare... ma questo non centra nulla con la VPN..... non serve

 

Forse non riesco a spiegarmi bene io, la VPN serve SOLO ed ESCLUSIVAMENTE per proteggere i dati trasmessi (tendenzialmente su internet) fra DUE PUNTI (client-server) ben specifici.... NON protegge in nessun modo dal rischio di accesso alla propria rete, per quello vanno usati i firewall.

 

Il firewall è l'unica cosa che ti può proteggere da un accesso indesiderato, è fatto apposta. In se il firewall è un programma che puoi installare su un pc, o far eseguire ad una periferica più o meno specifica (che sia un router o un firewall dedicato) e come tutti i programmi soffre della possibilità di errori di programmazione che permettono di aggirarlo.

Poi ci sono firewall di tutti i tipi/prezzi, che ti permettono di fare cose più o meno sofisticate e "garantiscono" più o meno sicurezza.... nel senso che probabilmente firewall dedicati e sviluppati da chi fa solo (o quasi solo) quello per lavoro, sono tendenzialmente più sicuri. I firewall di livello "enterprise" sono molto più configurabili e diciamo in linea di massima molto più sicuri e "robusti" del firewall di un normale router ma hanno alcuni problemi di fondo:

- sono "enterprise" quindi pensati per grandi aziende anche NEL COSTO

- sono "enterprise" anche nella gestione... sono pensati per essere usati da sistemisti che fanno quello per lavoro, dati "in mano" ad un utente standard sono molto meno sicuri di qualsiasi altro firewall... fai tutto ciò che vuoi e ti proteggono se tu li configuri perfettamente, altrimenti puoi lasciare buchi di sicurezza molto ampi, cosa che di solito non c'è sui firewall "consumer" in quanto chi li fa sa che vanno in mano a persone che tendenzialmente ne capiscono poco, quindi cercano di configurarli in partenza in modo sicuro.... è per questo che lasciano di solito meno funzionalità, sia perchè implementarle ha un costo (a livello di programmazione) sia per evitare che l'utente medio "faccia casini"

- vengono comunque regolarmente "bucati"... è difficile ma ripeto, se riescono ad accedere a dati delle multinazionali, banche, organizzazioni statali... fidati, se vogliono accedere alla tua rete di casa un modo lo trovano!!!

 

Ripeto, nell'uso normale, nel 99,9 (periodico) dei casi i problemi nascono lato pc (o altre device) che vengono infettate da virus!!!

 

Non so che tipo di dati tu abbia in casa, comunque considera che ormai l'accesso alle banche via web viene fatto tutto tramite https (e non solo verso le banche, ormai moltissimi siti usano https) , quindi connessione sicura/criptata... discorso analogo se usi mail con ssl https o simili.

Quindi già di suo ormai una buona percentuale del tuo traffico internet è criptato verso l'esterno, senza che tu debba fare nulla... il rischio è un virus sul pc (o altre device) che inizi a catturare/trasmettere  dati..... ma ripeto è un virus il problema.

 

 

 

 

 

 

 

?
Highlighted
TIM crew

Rif.: Sicurezza TIM HUB - rete violata

Meglio che non tocchi niente e lasci il TIM HUB come ti è arrivato, che non c'è nessun problema di sicurezza.

Se modifichi qualcosa ma non sai cosa comporta la tua modifica è probabile che ti stia creando da solo dei problemi, e magari peggiori la "sicurezza" che tanto ti preoccupa...

Highlighted
Astronauta I livello

Rif.: Sicurezza TIM HUB - rete violata

@mfor73grazie mille per i chiarimenti e scusa per la mia ignoranza. Ho provato a informarmi un po' e capirci di più.

 

Se cambio TIMHUB con un modem compatibile e configuro la VPN o un proxy, l'IP pubblico del modem è quello del proxy e non più uno di quelli forniti dall'isp?

Se fosse così, non sarebbe più facilmente identificabile per attacchi diretti (e in questo caso se non ci fossero firewall blindati non sarebbe un "il" problema), o sbaglio?

 

Il TIM Hub su "medio" quali porte in entrata ha aperte?

L'unico modo modificare i firewall mantenendo TIM hub è settarli su un router in cascata?

 

Per curiosità: se si chiudono tutte le porte in entrata del modem, funziona internet?

E se serve almeno una porta aperta, se non ci sono filtri precisi allora dall'esterno, anche solo da quell'unica, si potrà sempre entrare, giusto?

 

 

 

 

 

 

Highlighted
Pilota dello Shuttle II livello

Rif.: Sicurezza TIM HUB - rete violata

ciao.. dunque quali siano esattamente le porte aperte di default sul router tim non lo so, cmq come dice @enricogr  è sicuro. Non credo che lascino porte aperte "tanto per fare"... probabilmente alcune per servizi di assistenza remota? Ma magari quelle sono bloccate solo x accesso da rete di assistenza tim.

 

Per quanto riguarda vpn/proxy.... la risposta è NI

Nel senso che tu navigherai usanto l'ip pubblico del proxy/server VPn ma il tuo router avrà sempre e comunque un indirizzo pubblico su rete TIM... gli viene fornito in fase di accensione e senza NON funziona la connessione internet, quindi non potrebbe neppure collegarsi al proxy o server vpn.

Trovare gli indirizzi IP pubblici è BANALE... sono numeri progressivi compresi fra 0.0.0.0 e 254.254.254.254  (più o meno, senza considerare i  range speciali)... 

 

?

Unisciti alla Community

Le Star della Community

Guardiano della Galassia I livello
87
Comandante spaziale I livello
67
Comandante spaziale III livello
61
Comandante spaziale I livello
20
Astronauta II livello
13
TIM crew
13