annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 
annulla
Visualizzazione dei risultati per 
Cerca invece 
Intendevi dire: 

Cerca soluzioni, condividi esperienze, chiedi un consiglio alla Community TIM

×

Delusione totale

RISOLTO
Astronauta Iperconnesso

Delusione totale

Buonasera, vorrei condividere con voi l'esperienza negativa che ho vissuto passando dall'offerta tim smart alla smart casa. Sono stata contattata nel mese di gennaio da un'operatrice del centro commerciale tim che mi ha proposto di cambiare offerta, ma ho dmrisposto che ci avrei pensato. Dopo circa una devitare di giorni mi hanno ricontattato e convinto a passare a tim smart casa, e io come un'allocca ho accettato. Però per far sì che si potesse attivare il processione di cambio avrei dovuto intestarmi al posto di mio marito e cambiare numero telefonico. Mi hanno inoltre detto che essendo loro dell'ufficio commerciale, in caso fossi stata contattata successivamente dall'ufficio clienti in merito alla chiusura della linea avrei dovuto rispondere che non avevo linee attive e l'avevo fatto x motivi strettamente personali o x aderire a un 'offerta migliore. Dopo alcuni giorni è arrivato un corriere con il contratto da sottoscrivere, poi mi hanno inviato via mail la lettera da compilare x il recesso dalla vecchia linea e un modulo x la restituzione del modem, da inoltrare entro 30 gg dalla data di invio della lettera di recesso (si precisata che era a noleggio). In data 6 febbraio è arrivato il tecnico che ha installato il nuovo modem (identico al precedente) e mi ha comunicato il nuovo numero. Il 9 febbraio ho inviato la lettera per raccomandata a.r. di recesso e il 12 ho restituito il modem con pacco postale €12,90 come mi avevano detto di fare. Tengo a precisare che mi avevano informato che x la disattivazione della linea avrei pagato €99,00. Poi ho iniziato a ricevere fatture x la linea nuova e x quella vecchia, e fin qui nulla da obiettare. Ad aprile però mi arriva la fattura di chiusura definitiva (periodo 3/3 -31/3) in cui mi vengono sì addebitaliano euro 99 come precisato prima, ma anche euro 94,62 di addebito smart modem x 38 rate residue.....😠!!! Allora furibonda ho chiamato il 187 e mi è stato suggerito di inviare un fax all'ufficio clienti residenziali con la ricevuta di spedizione del modem e una lettera di contestazione della fattura, che ho prontamente trasmesso il 30 aprile. Poi la doccia fredda : l'11 maggio il servizio clienti 187 mi ha risposto via mail dicendo che la mia vecchia linea è cessata a seguito racc. 9.2.18 in data 12 marzo e che siccome l'attivazione del profilo tim smart prevede la fornitura del modem in vendita obbligatoria rateizzare in 48 rate da € 2,49 gli addebiti in fattura sono corretti....... Ho chiamato x l 'ennesima volta il 187 mi ha risposto un operatore dalla Romania che non so cosa ha capito, ha detto che mi avrebbe fatto richiamare, ma ogli non ricevendo alcuna risposta ho richiamato io e l'operatrice mi ha detto che essendo cessata la linea lei non poteva fare più nulla, mi ha consigliato di rivolgermi a co.re.com. .......Ho chiamato allora l'ufficio commerciale e dopo aver lasciato vari messaggi in segreteria telefonica mi hanno ricontattato dicendomi che x loro la mia pratica era KO in quanto è stata gestita dal 187.....ma come ho detto io, allora si sono spacciati x voi?!? Ma io mi chiedo, come è possibile che bella stessa azienda, a seconda dell'ufficio, ti vengano date informazioni diverse? Ma questa è o no una presa in giro? Non cambio operatore perché già devo pagare questa fattura da €210 per un modem che ho già restituito ma giuro che mi verrebbe voglia di contattare striscia la notizia. Sono veramente schifata per la gestione superficiale della pratica e per la situazione che stio vivendo.

1 SOLUZIONE ACCETTATA

Soluzioni accettate
Guardiano della Galassia II livello

Rif.: Delusione totale


@Uffa  ha scritto:
Buonasera, vorrei condividere con voi l'esperienza negativa che ho vissuto passando dall'offerta tim smart alla smart casa. Sono stata contattata nel mese di gennaio da un'operatrice del centro commerciale tim che mi ha proposto di cambiare offerta, ma ho dmrisposto che ci avrei pensato. Dopo circa una devitare di giorni mi hanno ricontattato e convinto a passare a tim smart casa, e io come un'allocca ho accettato. Però per far sì che si potesse attivare il processione di cambio avrei dovuto intestarmi al posto di mio marito e cambiare numero telefonico. Mi hanno inoltre detto che essendo loro dell'ufficio commerciale, in caso fossi stata contattata successivamente dall'ufficio clienti in merito alla chiusura della linea avrei dovuto rispondere che non avevo linee attive e l'avevo fatto x motivi strettamente personali o x aderire a un 'offerta migliore. Dopo alcuni giorni è arrivato un corriere con il contratto da sottoscrivere, poi mi hanno inviato via mail la lettera da compilare x il recesso dalla vecchia linea e un modulo x la restituzione del modem, da inoltrare entro 30 gg dalla data di invio della lettera di recesso (si precisata che era a noleggio). In data 6 febbraio è arrivato il tecnico che ha installato il nuovo modem (identico al precedente) e mi ha comunicato il nuovo numero. Il 9 febbraio ho inviato la lettera per raccomandata a.r. di recesso e il 12 ho restituito il modem con pacco postale €12,90 come mi avevano detto di fare. Tengo a precisare che mi avevano informato che x la disattivazione della linea avrei pagato €99,00. Poi ho iniziato a ricevere fatture x la linea nuova e x quella vecchia, e fin qui nulla da obiettare. Ad aprile però mi arriva la fattura di chiusura definitiva (periodo 3/3 -31/3) in cui mi vengono sì addebitaliano euro 99 come precisato prima, ma anche euro 94,62 di addebito smart modem x 38 rate residue.....😠!!! Allora furibonda ho chiamato il 187 e mi è stato suggerito di inviare un fax all'ufficio clienti residenziali con la ricevuta di spedizione del modem e una lettera di contestazione della fattura, che ho prontamente trasmesso il 30 aprile. Poi la doccia fredda : l'11 maggio il servizio clienti 187 mi ha risposto via mail dicendo che la mia vecchia linea è cessata a seguito racc. 9.2.18 in data 12 marzo e che siccome l'attivazione del profilo tim smart prevede la fornitura del modem in vendita obbligatoria rateizzare in 48 rate da € 2,49 gli addebiti in fattura sono corretti....... Ho chiamato x l 'ennesima volta il 187 mi ha risposto un operatore dalla Romania che non so cosa ha capito, ha detto che mi avrebbe fatto richiamare, ma ogli non ricevendo alcuna risposta ho richiamato io e l'operatrice mi ha detto che essendo cessata la linea lei non poteva fare più nulla, mi ha consigliato di rivolgermi a co.re.com. .......Ho chiamato allora l'ufficio commerciale e dopo aver lasciato vari messaggi in segreteria telefonica mi hanno ricontattato dicendomi che x loro la mia pratica era KO in quanto è stata gestita dal 187.....ma come ho detto io, allora si sono spacciati x voi?!? Ma io mi chiedo, come è possibile che bella stessa azienda, a seconda dell'ufficio, ti vengano date informazioni diverse? Ma questa è o no una presa in giro? Non cambio operatore perché già devo pagare questa fattura da €210 per un modem che ho già restituito ma giuro che mi verrebbe voglia di contattare striscia la notizia. Sono veramente schifata per la gestione superficiale della pratica e per la situazione che stio vivendo.

Ciao oltre a segnalare questa situazione ad agcom (io segnalerei anche all’Antitrust) puoi provare a usare la conciliazione al corecom o paritetica per recuperare i soldi 

 

qui un po’ di dettagli:

http://www.agcom.it/risolvi-un-problema-con-il-tuo-operatore

 

https://m.tim.it/assistenza/per-i-consumatori/info-consumatori-fisso/la-conciliazione-cosa-fare

 

Se hai necessità di altri dettagli puoi rispondere qui.

ciao 

Esilio finito!! Se non sei riuscito a risolvere tramite servizio clienti googla “risolvi un problema con il tuo operatore”.
7 RISPOSTE 7
Anonymous
Non applicabile

Rif.: Delusione totale

io vorrei scrivere anche qui il mio a non fidarsi mai di chi chiama a casa(di qualunque operatore o servizio)

solo da ultimo potete trovare puntate recenti puntate di mi manda rai 3 su raiplau su come agisce chi chiama a casa.

 

volete qualcosa? chiamate voi. non perchè in questo modo sia impossibile ricevere info inesatte, ma qualche certezza in più magari c'è, per lo meno di sapere con chi si parla. e vale per qualunque operatore.

 

di recente, viste vicende personali (per ora niente di spiacevole spero), mi sono anche reso conto forse è meglio contattare i servizio cliente sui social, almeno ti rimane qualcosa di scritto.

 

il massimo sarebbe andare nei negozi fisici, ma non so se anche lì propongano offerte speciali.

 

mi spiace per lei comunque

 

 

 

ah anche se non vi ridà soldi, fate sempre un segnalazione ad agcom o agcm, di quanto vi è successo

Guardiano della Galassia II livello

Rif.: Delusione totale


@Uffa  ha scritto:
Buonasera, vorrei condividere con voi l'esperienza negativa che ho vissuto passando dall'offerta tim smart alla smart casa. Sono stata contattata nel mese di gennaio da un'operatrice del centro commerciale tim che mi ha proposto di cambiare offerta, ma ho dmrisposto che ci avrei pensato. Dopo circa una devitare di giorni mi hanno ricontattato e convinto a passare a tim smart casa, e io come un'allocca ho accettato. Però per far sì che si potesse attivare il processione di cambio avrei dovuto intestarmi al posto di mio marito e cambiare numero telefonico. Mi hanno inoltre detto che essendo loro dell'ufficio commerciale, in caso fossi stata contattata successivamente dall'ufficio clienti in merito alla chiusura della linea avrei dovuto rispondere che non avevo linee attive e l'avevo fatto x motivi strettamente personali o x aderire a un 'offerta migliore. Dopo alcuni giorni è arrivato un corriere con il contratto da sottoscrivere, poi mi hanno inviato via mail la lettera da compilare x il recesso dalla vecchia linea e un modulo x la restituzione del modem, da inoltrare entro 30 gg dalla data di invio della lettera di recesso (si precisata che era a noleggio). In data 6 febbraio è arrivato il tecnico che ha installato il nuovo modem (identico al precedente) e mi ha comunicato il nuovo numero. Il 9 febbraio ho inviato la lettera per raccomandata a.r. di recesso e il 12 ho restituito il modem con pacco postale €12,90 come mi avevano detto di fare. Tengo a precisare che mi avevano informato che x la disattivazione della linea avrei pagato €99,00. Poi ho iniziato a ricevere fatture x la linea nuova e x quella vecchia, e fin qui nulla da obiettare. Ad aprile però mi arriva la fattura di chiusura definitiva (periodo 3/3 -31/3) in cui mi vengono sì addebitaliano euro 99 come precisato prima, ma anche euro 94,62 di addebito smart modem x 38 rate residue.....😠!!! Allora furibonda ho chiamato il 187 e mi è stato suggerito di inviare un fax all'ufficio clienti residenziali con la ricevuta di spedizione del modem e una lettera di contestazione della fattura, che ho prontamente trasmesso il 30 aprile. Poi la doccia fredda : l'11 maggio il servizio clienti 187 mi ha risposto via mail dicendo che la mia vecchia linea è cessata a seguito racc. 9.2.18 in data 12 marzo e che siccome l'attivazione del profilo tim smart prevede la fornitura del modem in vendita obbligatoria rateizzare in 48 rate da € 2,49 gli addebiti in fattura sono corretti....... Ho chiamato x l 'ennesima volta il 187 mi ha risposto un operatore dalla Romania che non so cosa ha capito, ha detto che mi avrebbe fatto richiamare, ma ogli non ricevendo alcuna risposta ho richiamato io e l'operatrice mi ha detto che essendo cessata la linea lei non poteva fare più nulla, mi ha consigliato di rivolgermi a co.re.com. .......Ho chiamato allora l'ufficio commerciale e dopo aver lasciato vari messaggi in segreteria telefonica mi hanno ricontattato dicendomi che x loro la mia pratica era KO in quanto è stata gestita dal 187.....ma come ho detto io, allora si sono spacciati x voi?!? Ma io mi chiedo, come è possibile che bella stessa azienda, a seconda dell'ufficio, ti vengano date informazioni diverse? Ma questa è o no una presa in giro? Non cambio operatore perché già devo pagare questa fattura da €210 per un modem che ho già restituito ma giuro che mi verrebbe voglia di contattare striscia la notizia. Sono veramente schifata per la gestione superficiale della pratica e per la situazione che stio vivendo.

Ciao oltre a segnalare questa situazione ad agcom (io segnalerei anche all’Antitrust) puoi provare a usare la conciliazione al corecom o paritetica per recuperare i soldi 

 

qui un po’ di dettagli:

http://www.agcom.it/risolvi-un-problema-con-il-tuo-operatore

 

https://m.tim.it/assistenza/per-i-consumatori/info-consumatori-fisso/la-conciliazione-cosa-fare

 

Se hai necessità di altri dettagli puoi rispondere qui.

ciao 

Esilio finito!! Se non sei riuscito a risolvere tramite servizio clienti googla “risolvi un problema con il tuo operatore”.
Astronauta Iperconnesso

Rif.: Delusione totale

Grazie, hai ragione, ma mi sono fidata perché il gestore telefonico era lo stesso
Astronauta Iperconnesso

Rif.: Delusione totale

Grazie, ma serve anche l'assistenza legale per rivolgersi a queste associazioni?
Guardiano della Galassia II livello

Rif.: Delusione totale


@Uffa  ha scritto:
Grazie, ma serve anche l'assistenza legale per rivolgersi a queste associazioni?

prego, no, non serve un legale, puoi fare tutto tu. Il corecom è un organismo regionale istituito da AGCOM che tra le altre funzioni ha quella di aiutare gli utenti a risolvere i problemi con gli operatori.

In che regione sei, se vuoi dirlo?

 

Le procedure presso il corecom sono gratuite, la conciliazione consiste nell'invio di un pdf con i dati del problema, Il corecom convochera il cliente e TIM ad una udienza (incontro di 10-15 minuti) e in quella sede si cerca di ottenere un accordo tra operatore e cliente.

Io ne ho fatte varie, quasi tutte terminate con rimborsi ed erogazione di indennizzi. Spesso gli operatori sono in torto.

Alcuni corecom fanno partecipare telefonicamente all'udienza (es. corecom Lazio). Ci vuole qualche mese ma piuttosto che perdere i soldi, si tratta solo di aspettare.

 

Una alternativa nel caso non si possa/voglia andare alla sede del corecom è quella di fare la conciliazione paritetica tramite gli uffici di TIM. In quel caso credo che per avviare la conciliazione basti un fax.

 

 

 

Esilio finito!! Se non sei riuscito a risolvere tramite servizio clienti googla “risolvi un problema con il tuo operatore”.
Pilota dello Shuttle I livello

Rif.: Delusione totale


@Uffa  ha scritto:

Buonasera, vorrei condividere con voi l'esperienza negativa che ho vissuto passando dall'offerta tim smart alla smart casa. Sono stata contattata nel mese di gennaio da un'operatrice del centro commerciale tim che mi ha proposto di cambiare offerta, ma ho dmrisposto che ci avrei pensato. Dopo circa una devitare di giorni mi hanno ricontattato e convinto a passare a tim smart casa, e io come un'allocca ho accettato. Però per far sì che si potesse attivare il processione di cambio avrei dovuto intestarmi al posto di mio marito e cambiare numero telefonico. Mi hanno inoltre detto che essendo loro dell'ufficio commerciale, in caso fossi stata contattata successivamente dall'ufficio clienti in merito alla chiusura della linea avrei dovuto rispondere che non avevo linee attive e l'avevo fatto x motivi strettamente personali o x aderire a un 'offerta migliore. Dopo alcuni giorni è arrivato un corriere con il contratto da sottoscrivere, poi mi hanno inviato via mail la lettera da compilare x il recesso dalla vecchia linea e un modulo x la restituzione del modem, da inoltrare entro 30 gg dalla data di invio della lettera di recesso (si precisata che era a noleggio). In data 6 febbraio è arrivato il tecnico che ha installato il nuovo modem (identico al precedente) e mi ha comunicato il nuovo numero. Il 9 febbraio ho inviato la lettera per raccomandata a.r. di recesso e il 12 ho restituito il modem con pacco postale €12,90 come mi avevano detto di fare. Tengo a precisare che mi avevano informato che x la disattivazione della linea avrei pagato €99,00. Poi ho iniziato a ricevere fatture x la linea nuova e x quella vecchia, e fin qui nulla da obiettare. Ad aprile però mi arriva la fattura di chiusura definitiva (periodo 3/3 -31/3) in cui mi vengono sì addebitaliano euro 99 come precisato prima, ma anche euro 94,62 di addebito smart modem x 38 rate residue.....😠!!! Allora furibonda ho chiamato il 187 e mi è stato suggerito di inviare un fax all'ufficio clienti residenziali con la ricevuta di spedizione del modem e una lettera di contestazione della fattura, che ho prontamente trasmesso il 30 aprile. Poi la doccia fredda : l'11 maggio il servizio clienti 187 mi ha risposto via mail dicendo che la mia vecchia linea è cessata a seguito racc. 9.2.18 in data 12 marzo e che siccome l'attivazione del profilo tim smart prevede la fornitura del modem in vendita obbligatoria rateizzare in 48 rate da € 2,49 gli addebiti in fattura sono corretti....... Ho chiamato x l 'ennesima volta il 187 mi ha risposto un operatore dalla Romania che non so cosa ha capito, ha detto che mi avrebbe fatto richiamare, ma ogli non ricevendo alcuna risposta ho richiamato io e l'operatrice mi ha detto che essendo cessata la linea lei non poteva fare più nulla, mi ha consigliato di rivolgermi a co.re.com. .......Ho chiamato allora l'ufficio commerciale e dopo aver lasciato vari messaggi in segreteria telefonica mi hanno ricontattato dicendomi che x loro la mia pratica era KO in quanto è stata gestita dal 187.....ma come ho detto io, allora si sono spacciati x voi?!? Ma io mi chiedo, come è possibile che bella stessa azienda, a seconda dell'ufficio, ti vengano date informazioni diverse? Ma questa è o no una presa in giro? Non cambio operatore perché già devo pagare questa fattura da €210 per un modem che ho già restituito ma giuro che mi verrebbe voglia di contattare striscia la notizia. Sono veramente schifata per la gestione superficiale della pratica e per la situazione che stio vivendo.


Ciao spero che riuscirai a recuperare dei soldi ma da quanto racconti sono stati i venditori del centro commerciale (che hanno tutto l'interesse a fare nuove attivazioni) a consigliarti male. Se avevi la TIM Smart significa che sicuramente avevi nel contratto il modem in acquisto rateizzato che a chiusura del contratto va saldato! Potevano suggerirti il recesso per cambiamento delle condizioni contrattuali almeno non pagavi costi di disattivazione...insomma sei stata mal consigliata secondo me.

Highlighted
Guardiano della Galassia II livello

Rif.: Delusione totale

Il call center opera per conto di Tim quindi Tim deve risponderne. Forse devono verificare meglio cosa fanno i propri intermediari 

Esilio finito!! Se non sei riuscito a risolvere tramite servizio clienti googla “risolvi un problema con il tuo operatore”.

Unisciti alla Community

Le Star della Community

Guardiano della Galassia II livello
121
Esploratore di Pianeti I livello
104
Pilota dello Shuttle II livello
50
Esploratore di Pianeti I livello
47
Comandante spaziale II livello
34
Pilota dello Shuttle III livello
23

Utenti online